Affidamenti 2016 – Gennaio – Novembre (2^ parte)

Pubblicato il 7 dicembre 2016

Come abbiamo detto un lavoro di sistemazione degli errori è stato fatto, ma siamo lontani da quanto è stato dichiarato in Consiglio Comunale ovvero che la versione del 29/11/2016 è assolutamente corretta.

Qualcosa manca ancora o va chiarito. Ecco la lista:

  • Det 2016 / 171 che era presente fino ad Ottobre con importo 4500 ora nell’excel non c’è più
  • Det 2016 / 449 che era presente fino ad Ottobre con importo 1900 ora nell’excel non c’è più
  • Det 2016 / 450 che era presente fino ad Ottobre con importo 3800 ora nell’excel non c’è più
  • Det 2016 / 671 che era presente fino ad Ottobre con importo 3892,70 ora nell’excel non c’è più
  • Det 2016 / 855 che era presente fino ad Ottobre con importo 14.000 ora nell’excel non c’è più
  • Det 2016 / 103 nel attuale excel è duplicata
  • Det 2016 / 175 nel attuale excel è duplicata
  • Det 2016 / 180 è ripetuta 9 volte. Cosa sono assegnazioni multiple?
  • Det 2016 / 355 è ripetuta 2 volte. Cosa sono assegnazioni multiple?
  • Det 2016 / 235 ha 3 assegnatari sulla stessa riga. Coerenza con il precedente punto?
  • Det 2016 / 640 ha 6 assegnatari sulla stessa riga. Coerenza con il precedente punto?
  • Manca il CF o la Partita IVA nelle nell’excel relativo alle determine 376, 592, 28, 103, 986
  • Nella determina 841 c’è la Partita IVA ma manca il nome dell’assegnatario
  • Nelle determine 547 e 859 c’è lo stesso assegnatario ma partita IVA diversa
  • Nelle determine 893 e 955 c’è lo stesso assegnatario ma partita IVA diversa
  • Nelle determine 1013 e 467 c’è lo stesso assegnatario ma partita IVA diversa
  • Nelle determine 1039 e 1003 c’è lo stesso assegnatario ma partita IVA diversa (errore di digitazione che pero per chi fa delle analisi risultano cose diverse
  • Nelle determine 1039 e 478 c’è lo stesso assegnatario ma partita IVA diversa
  • Nelle determine 1063 e 428/684 c’è lo stesso assegnatario ma partita IVA diversa
  • Nelle determine 555 e 1038 c’è lo stesso assegnatario ma partita IVA diversa
  • Nelle determine 184 e 452 c’è lo stesso assegnatario ma partita IVA diversa
  • Nelle determine 270 e 146 ci sono 2 partite IVA diverse per assegnatari con nome simile
  • Nelle determine 845 e 751 c’è la stessa Partita IVA ma ragione sociale simile ma diversa
  • Nelle determine 32 e 745 c’è la stessa Partita IVA ma ragione sociale simile ma diversa
  • Nelle determine 200 e 908 c’è la stessa Partita IVA ma ragione sociale simile ma diversa
  • Nelle determine 1088 e 1043 c’è lo stesso Codice Fiscale ma ragione sociale simile ma diversa
  • Nelle determine 413 e 429 c’è la stessa Partita IVA ma ragione sociale simile ma diversa
  • Nella determina 838 c’è un’azienda con a fianco una partita IVA che corrisponde alla determina 841 che però non contiene il nome dell’assegnatario

Puntualizziamo che in un foglio excel dati simili ma non uguali quando vengono ordinati per fare delle analisi non compaiono sequenzialmente rendendo oltremodo difficoltoso associarli … (continua)


Nessun commento »

Affidamenti 2016 – Periodo Gennaio – Novembre

Pubblicato il 6 dicembre 2016

Continuiamo la nostra analisi mensile sugli affidamenti del Comune di Lissone. Come al solito siamo andati  sul sito del comune Amministrazione Trasparente -> Bandi di Gara e Contratti ->Affidamenti servizi, forniture e lavori -> 2016 Elenco Contratti Pubblici.html). Abbiamo notato che con la revisione del 29 Novembre è stata fatta molta “pulizia” e finalmente i dati in excel sono allineati a quelli in html.

Nel periodo Gennaio – Novembre 2016 risultano affidamenti per 4.852.501,08€, di cu

a) Procedure aperte: valore aggiudicato € 126.123,00 suddiviso in 4 aziende di cui € 29.609,00 assegnata ad un’azienda di Lissone;

b) Procedura con Bando: valore aggiudicato € 342.255,37 a 3 aziende, NESSUNA di Lissone;

c) Procedure negoziate senza bando:  valore aggiudicato € 845.571,71 suddiviso in 13 aziende, di cui una azienda di Lissone si aggiudica la misera somma di € 512,40;

d) Affidamenti in economia – Cottimo fiduciario: valore aggiudicato € 951.129,38 suddiviso in 64 aziende di cui le 8 aziende lissonesi si aggiudicano € 171.256,84;

e) Affidamento diretto ex Art. 5, € 132,00 ad aziende non di Lissone;

f) Affidamenti diretti: valore aggiudicato € 2.323.091,49 suddiviso in 265 aziende di cui alle 72 aziende lissonesi vanno € 352.592,18;

g) Procedura di scelta NON specificata: valore aggiudicato € 264.198,15 a 5 aziende, NESSUNA di Lissone.

Come abbiamo detto molto è stato sistemato ma un po di errori rimangono ….. (continua)


Nessun commento »

Partecipare ad affidamenti del Comune

Pubblicato il 5 dicembre 2016

L’art. 1, comma 450, della L. 296/2006 prevede che «le amministrazioni pubbliche per gli acquisti di beni e servizi di importo pari o superiore a 1.000,00 euro e inferiore ai 40.000 Euro sono tenute a fare ricorso al mercato elettronico della pubblica amministrazione oppure al sistema telematico messo a disposizione della centrale regionale di riferimento per lo svolgimento delle relative procedure.

La Regione Lombardia mette a disposizione il sistema SINTEL con lo scopo di realizzare un sistema di e-Procurement che supporti la Regione e le società ad essa afferenti, gli enti e le strutture sanitarie pubbliche della Lombardia nell’espletamento on-line dei propri processi di acquisto direttamente e in completa autonomia.

Quindi quando un’amministrazione deve acquistare beni i servizi deve mettere la richiesta su SINTEL e per acquisti inferiori i 40.000€ ha 2 modi di procedere:

  • Invitare una sola azienda. Non c’è confronto di preventivi e vince sicuro l’azienda invitata. Un esempio è la determina nr. 1123 del 14/11/2016 in favore dell’Associazione Teatro dell’Aleph (quella famosa oggetto di una nostra interpellanza perché aveva fornito gratuitamente lo spettacolo dei trampolieri nella campagna elettorale dell’attuale amministrazione)
  • Invitare 5 aziende, vince chi offre il prezzo migliore. Un esempio recente è la determina nr. 1224 dell’1/12/2016 per affidare il servizio di filodiffusione, fornitura abete e illuminazione natalizia in cui a fronte di 5 partecipanti vince l’offerta migliore.

Quindi qual è il problema? È che nel caso 1) non c’è storia nella determina si motiva il perché e non ci sono problemi, nel caso 2), invece, è pura discrezione del responsabile del procedimento selezionare e invitare le 5 aziende.

Cosa possono fare le aziende che non sono invitate? Devono mandare una comunicazione all’amministrazione (pec@comunedilissone.it) dove chiedono di essere sempre inseriti nella lista quando vi è una procedura tramite SINTEL a invito per i beni o servizi che l’azienda può fornire.


Nessun commento »

Bilancio Consolidato delle partecipate

Pubblicato il 2 dicembre 2016

Ieri sera, o meglio questa mattina, si è discusso il bilancio consolidato delle partecipate dal comune nel bilancio del comune stesso. Non avremmo voluto parlarne ma un intervento fuori luogo, che abbiamo visto nelle registrazioni, ci ha fatto cambiare idea.

Premettiamo che il nostro Consigliere Roberto Perego aveva avvisato il Presidente che per motivi personali si sarebbe dovuto assentare a mezzanotte e quindi non ha partecipato alla discussione che è iniziata a mezzanotte e trenta.

Non avremmo voluto parlarne ma nella dichiarazione di voto il Consigliere Brivio (considerate che questo argomento è stato discusso in 15 minuti con zero interventi da parte della maggioranza) quando si vota il suddetto Consigliere dichiara: “spiace che siamo qui a discutere (discutere? ascoltare forse!) senza le minoranze il che fa capire l’interesse che hanno per il bene della città”.

Questo è inaccettabile per due motivi:

  1. anche loro non hanno partecipato, hanno solo ascoltato e come vedrete nel punto 2) neanche hanno letto la documentazione. Quindi erano presenti, ma la loro partecipazione è stata zero assoluto

  2. Hanno approvato un bilancio con una Nota Integrativa, documento ufficiale e pubblico, con un gravissimo e grossolano errore nella parte del bilancio patrimoniale (passivo e attivo) della ASML, cosa che avevo puntualmente segnalato al Dottor Magni nel pomeriggio il quale gentilmente mi aveva mandato, “off the record”, i dati esatti. Bisognerebbe anche capire come mai questo errore non è stato corretto e pubblicizzato.

Questo dimostra che magari il nostro consigliere non era fisicamente presente ma ha fatto molto di più degli 11 presenti che hanno dimostrato o di non aver letto la documentazione o l’hanno letta ma non l’hanno capita.

Caro Brivio: ti rispedisco al mittente le tue ingenerose accuse.


Nessun commento »

Skype in Comune

Pubblicato il 1 dicembre 2016

Fino dall’inizio del nostro mandato questo era stato uno degli obiettivi da perseguire: fare in modo che un Consigliere Comunale possa svolgere pienamente il proprio mandato anche quando non è fisicamente a Lissone per motivi di lavoro od altro e quindi poter partecipare alle attività istituzionali da remoto.

Sistemi come WEBEX, Go to Meeting, Viper, Skype sono ormai nell’uso comune di tutti noi sia per parlare con amici e parenti lontani ma anche per lavoro tipo meeting con clienti, partecipare a Consigli di Amministrazione o anche predisporre atti notarili da remoto.

Non si capiva perché non si potessero ad esempio organizzare le Conferenze dei Capigruppo o le Commissioni con la partecipazione da remoto.

L’abbiamo proposto prima dell’estate, è stato votato in Consiglio Comunale e a Settembre è stata avviata la sperimentazione.

Ieri il Presidente del Consiglio ha annunciato la conclusione della sperimentazione con esito positivo ed ora verranno fatte le necessarie modifiche regolamentari per attuare pienamente questa richiesta che porta un po di modernità nella Pubblica Amministrazione.


Nessun commento »

Stasera in Consiglio Comunale

Pubblicato il 30 novembre 2016

Dopo le comunicazioni il Consiglio Comunale di stasera avrà come piatto forte la Variazione al Bilancio di previsione 2016-2018. Un argomento corposo che ha richiesto un bel po’ di preparazione (7 documenti di numeri e dati per un totale di 75 pagine).

A parte la modalità di presentazione di questi dati non certo facile e immediata (anche a detta degli stessi utilizzatori del Comune) dovuta probabilmente ad un programma di gestione della reportistica della contabilità del Comune non proprio “state-of-the-art” che non confrontano, ad esempio, dati attuali con quelli degli anni precedenti e in cui tutti i dati di competenza stanno su un prospetto diverso da quelli di cassa (altri comuni hanno dei report che li mettono insieme per facilitarne la comprensione), a parte tutto questo,  questi dati contengono dei numeri frutto di due delibere di Giunta non ancora ratificate dal Consiglio Comunale e che, invece di essere ratificati precedentemente alla discussione, verranno discussi il giorno dopo. Con che logica?


Nessun commento »

Affidamenti …

Pubblicato il 28 novembre 2016

Da gennaio pubblichiamo ogni mese su questo sito l’analisi degli affidamenti del Comune di Lissone.

Evidentemente la cosa a qualche persona intelligente, magari dipendente comunale, fa piacere e stimola a migliorarsi. Infatti a Settembre avevamo notato che, forse perché è stata votata in Consiglio Comunale una mozione (Zagari, Battocchio, Sana e Perego) per la regolamentazione degli affidamenti diretti, forse perché da Luglio è entrato in vigore il codice degli appalti o forse, modestamente, anche per questi nostri post, ma dai dati risultano affidamenti diretti a 33 aziende che fino ad Agosto non risultavano tra quelle che avevano ricevuto incarichi nel corso dell’anno (il sano principio della rotazione).

A qualcun altro da molto fastidio che facciamo notare che le aziende lissonesi ricevono le briciole anche quando si tratta di assegnazioni dirette in economia.

Ma non ce ne mai importato niente e non ce ne importerà mai niente di questi signori, continueremo per la nostra strada per due ragioni: primo perché c’è qualche membro dell’attuale maggioranza che apprezza e sostiene moralmente questa iniziativa, anzi ci stimola a continuare, e, secondo, perché abbiamo capito che a qualcuno la cosa da molto fastidio.

Non capiamo il perché, ma da molto fastidio.


Nessun commento »

Black Friday

Pubblicato il 26 novembre 2016

black-1

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Chi volesse una copia della locandina scriva a: lissoneinmovimento@gmail.com faremo in modo di farvela avere


Nessun commento »

Le stufe che inquinano

Pubblicato il 24 novembre 2016

Su FB sono apparsi dei commenti ad un articolo del Listone che asseriva che una tra le cause di inquinamento dell’aria è che a Lissone sono “in funzione ancora molte stufe a legna nelle botteghe artigianali”.

Un primo commento significativo: “informate l’anonimo scrivente del Listone che molto probabilmente ci sono più forni a legna nelle tante pizzerie lissonesi ( che vengono accesi tutti i giorni tutto l’anno ) che stufe a legna nelle botteghe dei nostri artigiani . Informatelo anche che in Lissone probabilmente ci sono più stufe a Pellet ( che possono godere ancora dei vantaggi fiscali legati al risparmio energetico !! ) che forni a legna per pizza e stufe delle botteghe messi insieme”.

Un altro: “Vorrei saper chi ha i numeri delle botteghe artigiane con la stufa a legno per riscaldare il laboratorio. …. . Nel mio comprensorio un tempo vi erano almeno 20 laboratori artigiani. Ora ne conta solo 2: uno del sottoscritto come unico operatore ed un altro con n° 2 operatori. Siamo tutti già pensionati ma abbiamo ancora diverse commissioni da realizzare per cui lavoriamo ma non ” sporchiamo l’aria” perché non abbiamo stufe a legno per riscaldare”.

Un altro ancora: “L’accanimento nei confronti delle attività produttive, vedi ( artigiani e commercianti e industrie ) da parte di questa amministrazione ha ormai raggiunto un limite che non è più sopportabile …. ne va del nostro lavoro e della nostra sopravvivenza”

La nostra conclusione è che abbiamo troppi burocrati che “pontificano” non conoscendo la realtà del mondo del lavoro che poi sono gli stessi che quando gli chiedi di fare riunioni via Skype e quindi non usare l’auto (che emette CO2) per andare nei luoghi di riunione, trovano mille difficoltà.


Nessun commento »

Sempre sui rimborsi

Pubblicato il 23 novembre 2016

Ormai è inutile ripetere la storia che abbiamo già trattato molte volte nei nostri post (http://www.lissoneinmovimento.it/2016/04/16/ancora-rimborsi/) e persino con un’interrogazione in Consiglio Comunale, ma la storia non finisce mai.

Con la determina 972 del 13/10/2016 vengono rimborsati al datore di lavoro del “solito” assessore 6.165,54 € per permessi goduti nel periodo Aprile – Settembre 2016. Stiamo viaggiando su una media annua di 12.000€ di permessi per l’espletamento del mandato.

Ricordiamo bene una cosa: l’assessore ha tutto il diritto di assentarsi dal lavoro per espletare il suo mandato (ma non è obbligato a chiederne i rimborsi come fanno altri), ma Sindaco e Giunta approvano la cosa senza cercare di limitare queste assenze (ad esempio spostando le riunioni di Giunta in orari in cui l’assessore non debba assentarsi dal lavoro) ed evitare questa erogazione di soldi che potrebbero essere spesi per cose più utili ai cittadini.


2 Commenti »



Articoli Recenti