Un voto per Villa Reati

Pubblicato il 26 settembre 2016

Lissone partecipa al concorso “Scegli la Brianza che vuoi tu” promosso da RetiPiù.

Basta un click per contribuire a salvare gli affreschi di Villa Reati. Pochi secondi per compiere un gesto semplice, e completamente gratuito, che potrebbe permettere di iniziare già nel 2017 i lavori di restauro della storica dimora di proprietà comunale.

Da martedì 20 settembre a domenica 30 ottobre 2016 sarà possibile votare il progetto di restauro e riqualificazione preferito, fra i quali rientra anche quello riguardante Villa Reati di Lissone.
L’obiettivo è quello di conquistarsi il maggior numero di click e aggiudicarsi i 60.000 euro in palio per il primo premio, grazie ai quali sarebbe possibile eseguire interventi di manutenzione generale della facciata e la creazione di un cunicolo di areazione per salvaguardare nel tempo gli affreschi.

Per votare: https://votazioniretipiu.evoting.it/

Una volta nel sito dovrete registrarvi (Nome, Cognome, Codice fiscale, email o telefono cellulare) e riceverete la password per votare.


Nessun commento »

XX Anniversario della Cooperativa Gioele

Pubblicato il 22 settembre 2016

Sabato 24 Settembre alle ore 16.30 a Palazzo Terragni, in occasione del XX Anno della Cooperativa Gioele, Silvana Civati presenta il Libro: “Cooperativa Gioele un’esperienza di vita”.

Oltre ad una mostra fotografica inerente le attività e i servizi svolti dalla cooperativa, verrà proiettato un video realizzato dalla cooperativa stessa con significative immagini del lavoro quotidiano nei vari laboratori.


Nessun commento »

Regolamentazione volantinaggio

Pubblicato il 20 settembre 2016

Il 15 Luglio scorso il Consiglio Comunale ha approvato una mozione (emendata) del Movimento 5 Stelle per la regolamentazione del volantinaggio.

Durante la discussione si sono evidenziate diverse opinioni anche quella che il volantinaggio indiscriminato non ha mai creato problemi di decoro.

Questa foto è uno solo degli esempi che si potrebbero portare per sconfessare quella opinione.

volantinaggio-1

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Nessun commento »

Mercato di quartiere CIM-Rutunda

Pubblicato il 17 settembre 2016

Il tanto auspicato mercato rionale del sabato è partito.

Alle 8.30 sono arrivate le prime persone e già alle 9.00 si è visto un po di benaugurate movimento

L’appuntamento è per tutti i sabati dalle 8 alle 14.00.

mercatino-moro

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Nessun commento »

Rimane a Lissone il Comandante Longobardo

Pubblicato il 16 settembre 2016

Il Comune di Milano ha comunicato la disponibilità a prorogare l’istituto del comando del Dott. Antonio Virgilio Liberato e visto che il dott. Longobardo ha espresso il proprio consenso al proseguimento del comando presso il Comune di Lissone, possiamo rallegrarci di  avere a Lissone l’attuale Comandante della Polizia Municipale almeno fino al 15 Settembre 2017.

Auguri di buon lavoro.


Nessun commento »

La questione dell’oratorio San Luigi

Pubblicato il 15 settembre 2016

La questione non è da prendere alla leggera perché oltre agli aspetti economici c’è da tener conto degli aspetti affettivi e storici della storia.

Stiamo parlando dell’oratorio San Luigi, la scuola, la Chiesa e il cinema Excelsior.

Tutto parte da una “osservazione” al PGT fatta da Don Tiziano in cui viene “chiesto di trasformare la destinazione funzionale del comparto costituente l’ex “Oratorio San Luigi”, attualmente sostanzialmente inutilizzato e alla luce di una possibile alienazione, da “Aree per servizi di interesse pubblico e generale” a aree A2 “Tessuto edilizio della città centrale” come da destinazioni presenti negli isolati al contorno”.

Ovvero cambio di destinazione d’uso per poter vendere la struttura a chi potrebbe costruire nuovi appartamenti.

Le ragioni di chi ritiene giusta questa possibilità sono essenzialmente di tipo opportunistico (nel senso di avere un’opportunità) ovvero avere a disposizione dei fondi ricavati da una struttura inutilizzata per investirli nell’ampliamento dell’oratorio Madonna di Lourdes. Non irrilevante considerare che si potrebbero avere parcheggi sotterranei, un parco pubblico e probabilmente un Auditorium comunale.

Le ragioni di chi è contro questa possibilità sono essenzialmente di tipo storico – affettivo che riguardano la Chiesa dell’oratorio che era stato costruita grazie alle offerte donate dai soldati lissonesi impegnati nella seconda guerra mondiale tant’è che sul portale di ingresso alla chiesa c’è una dedica significativa: ”Il sacrificio del Divin Redentore esalta e consacra l’olocausto degli eroi lissonesi morti per la Patria” e dell’oratorio in se stesso in quanto noi e i nostri padri l’avevano “vissuto” intensamente.

Ora noi di Lissone in Movimento, prima di prendere una posizione su questo importante argomento, vorremmo sentire il parere dei cittadini.

Potrete mandarci i vostri pareri nel seguente modo:

  • Commentando questo post
  • Aggiungendo commenti al post identico posto su Facebook (https://www.facebook.com/groups/415199128667517/)
  • Mandando una mail a lissoneinmovimento@gmail.com
  • Mandando un SMS al 333 1759228

Nessun commento »

Mozione Incremento visibilità dei passaggi pedonali

Pubblicato il 13 settembre 2016

Sabato 10 Settembre abbiamo protocollato la seguente mozione che speriamo sia discussa nel prossimo consiglio comunale.

PREMESSO

Che si fa riferimento ad un documento pubblicato dall’ACI – Linee Guida per la progettazione degli attraversamenti pedonali , (http://www.fiab-areatecnica.it/…/2011%20ACI%20linee_guida_a…) in cui si fa un confronto sulle normative esistenti in vari paesi e, nella Parte Terza, ne definisce le caratteristiche tecniche di progettazione.

L’attenzione agli utenti più vulnerabili si rende necessaria, dice l’ACI, anche alla luce dei dati dell’incidentalità stradale che da qualche anno evidenziano un costante aumento degli incidenti con pedoni coinvolti, seppure a fronte di una diminuzione della mortalità dei sinistri stradali. Il fenomeno non riguarda soltanto l’Italia ma interessa tutte le nazioni europee. Ed è proprio in corrispondenza degli attraversamenti pedonali, che avviene una parte troppo rilevante (tra il 25% ed il 30%) degli incidenti che vedono coinvolti i pedoni, sia perché gli attraversamenti pedonali non sono progettati, costruiti e mantenuti correttamente, sia perché su di essi i pedoni credono di essere al sicuro, abbassando il livello di attenzione che invece dovrebbe sempre rimanere elevato.

Le tre buone regole di progettazione cui deve rifarsi la segnaletica orizzontale di un attraversamento pedonale, sono:

  1. Buona visibilità per il conducente che sopraggiunge, anche in condizioni di scarsa visibilità (di notte, condizioni meteorologiche avverse, …);
  2. Facile percezione e riconoscimento, sia da parte del pedone che del conducente, anche in contesti diversi (urbano, extraurbano, strada locale o strada di scorrimento, …);
  3. Elevata durata nel tempo delle caratteristiche dei materiali utilizzati.

CONSIDERATO CHE

In particolare sul punto a) si propongono dei dispositivi integrativi retroriflettenti (ad es. catarifrangenti, occhi di gatto) o luminosi (ad es. lampade led) che servono a rafforzare la segnaletica orizzontale (zebre, linee zigzag e strisce di raccordo).

(vedi esempio tratto dallo stesso documento)

Strisce Pedonali

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per questo il Consiglio Comunale

 IMPEGNA LA GIUNTA:

  1.  Ad incaricare il Comandante della Polizia Municipale di avviare uno studio e relativa sperimentazione sui sistemi per incrementare la visibilità dei passaggi pedonali in modo da facilitare la visibilità dei pedoni in attraversamenti anche in condizioni di scarsa visibilità (di notte, condizioni meteorologiche avverse, …) e conseguentemente aumento della sicurezza per i pedoni stessi;
  2. In questo progetto dovranno essere sperimentare le diverse tecnologie disponibili e si dovrà tener conto delle aree di maggior rischio per i pedoni;
  3. Di avviare la sperimentazione entro febbraio – marzo 2017;

Nessun commento »

Che scempio!

Pubblicato il 12 settembre 2016

La domenica mattina i cittadini lissonesi e i residenti vorrebbero potersi godere la propria piazza senza fare la gimcana  tra i rifiuti lasciati da chi partecipa alle manifestazioni del sabato.

Ma evidentemente non è così.

piazza-liberta-11-9-2016

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

piazza-liberta-11-9-2016-3

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

piazza-liberta-11-9-2016-2

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Commenti disabilitati su Che scempio!

La nuova mensa della Moro

Pubblicato il 10 settembre 2016

Ieri abbiamo avuto l’opportunità di visitare il cantiere, nella sua fase finale dei lavori, della mensa della scuola Moro.

Veramente bella, colorata, luminosa e spaziosa.

Il parco che la circonderà che è stato allargato con una acquisizione di una parte dell’area nell’ambito di un PII approvato nella scorsa legislatura – il famoso PII dell’uovo – non è ancora completo ma si vede la potenzialità e la bellezza di questa area verde che sarà un ottimo spazio per le scolaresche ma, sperabilmente, anche per i cittadini. A questo proposito il Comitato di quartiere CIM-Rutunda potrebbe attivarsi per proporre qualche iniziativa.

Da metà ottobre la mensa sarà funzionante al 100%.


Commenti disabilitati su La nuova mensa della Moro

I radical chic della politica lissonese

Pubblicato il 8 settembre 2016
Radical chic è un’espressione coniata dal giornalista americano T. Wolfe nel 1970 “Che riflette il sinistrismo di maniera di certi ambienti culturali d’élite, che si atteggiano a sostenitori e promotori di riforme o cambiamenti politici e sociali più appariscenti e velleitari che sostanziali”.

Per quelli del Listone il Movimento 5 Stelle è fatto da “saputelli”, quelli Lissone in Movimento non sanno leggere e sono pasticcioni, la Lega è responsabile di tutti i mali di Lissone compresa l’influenza invernale, in Forza Italia sono maleducati e seguiti dal deserto degli ex berlusconiani, Battocchio insulta.

Ma chi sono questi radical chic della politica lissonese per giudicare tutto e tutti?

Cominciamo a dire che amministrano senza che nella loro vita abbiano mai amministrato neanche un condominio. Devono gestire un’azienda con 200 dipendenti e al massimo hanno gestito una scolaresca.

Hanno perso il membro più autorevole della loro lista e sono rimasti con un paio di consiglieri di cui non è nota la voce (non hanno mai fatto un intervento in consiglio comunale).

Governano da 4 anni ma ogni problema di Lissone è dovuto alle precedenti amministrazioni, dimenticandosi che la mensa della scuola Moro è stata fatta con i risparmi delle amministrazioni precedenti.

Infine verranno ricordati per un totem e dei divanetti.

Ma che si guardino un po loro!


Commenti disabilitati su I radical chic della politica lissonese



Articoli Recenti