Smart City: resilienza in città, ovvero della flessibilità urbana

Pubblicato il 21 novembre 2014

Sentiremo parlare di resilienza dei sistemi urbani sempre più spesso perché è proprio in relazione a questo tema che si gioca la più grande sfida delle città intelligenti. Ma cosa si intende per resilienza? La cronoca di questi ultimi giorni ci mostra – se non ne avessimo già preso coscienza – che oggi dai cambiamenti climatici a quelli sociali, dalle pandemie alle carenze alimentari, i rischi da affrontare per le nostre città sono sempre più numerosi e complessi. In molte parti del mondo come anche nel nostro Paese, sono ormai diversi gli esempi in cui sono i cittadini a portare avanti azioni che, contribuendo al bene collettivo, li rendono attori di comunità resilienti. Una riflessione.

Interessantissimo articolo di Martina Cardellini (http://smartinnovation.forumpa.it/story/92153/resilienza-citta-ovvero-della-flessibilita-urbana?utm_source=newsletter&utm_medium=smartinnovation&utm_campaign=MAILUP)


Nessun commento »

… e parlano di logica

Pubblicato il 15 novembre 2014

Oggi mi sembrava un sabato piovoso e tranquillo e l’ultima cosa che volevo fare era polemizzare con il Listone, ma leggo un’articolo in cui, nella solita maniera da “azzaccagarbugli de noartri”, si mette insieme capra e cavoli senza mai andare alla radice del tema (o del problema).

Primo: chi scrive non è mai stato candidato nelle liste della Lega ma solo nel 2002 nelle liste di AN (come indipendente) e nel 2012 in Lissone in Movimento. Non rinnego niente delle mie idee molto vicine, per un certo periodo, a quelle della Lega (come peraltro qualche esponente di rilievo del Listone), ma non sono mai stato candidato nelle loro liste. Per correttezza (ma non so se la conoscete) chiedo una rettifica.

Secondo e più importante, guardiamo ai fatti. E’ vero o no che se non ci fossero stati quei soldi la mensa non si sarebbe fatta? Se fossimo un una serie di Perry Mason vi avvrebbero fatto questa domanda. Punto e basta. La risposta vera, basata sui fatti, è: si, se non ci fossero stati questi soldi la mensa non si sarebbe fatta!

I “ma” e i “però” conseguenti sono solo opinioni che ovviamente possono essere espresse ma su cui si dovrebbe sentire anche l’altra campana (la precedente maggioranza). Siccome per me le opinioni dell’uno e dell’altro sono equamente rispettabili (le opinioni dovrebbero essere sempre rispettate sia che le condividiamo o meno), alla fine dell’equazione rimangono solo i fatti.


Nessun commento »

IL DOCU-FILM CHE RACCONTA L’ARTIGIANATO

Pubblicato il 11 novembre 2014

Finalmente arriva in Brianza “Avanti artigiani”, il docu-film realizzato all’interno del progetto Realizzare l’improbabile promosso da Fondazione Bassetti in collaborazione con le Camere di Commercio di Monza – Brianza e Milano e Confartigianato.

 Il lungometraggio vuole proporsi come mezzo per diffondere in maniera originale e piacevole la creatività e il saper fare che contraddistingue il mondo dell’artigianato. Protagoniste del docu-film diverse imprese del territorio brianzolo.

La proiezione, prima assoluta in provincia, si terrà presso Palazzo Terragni a Lissone venerdì 14 novembre alle ore 21 alla presenza dei vertici di APA Confartigianato. È prevista, al termine, la possibilità di discutere e approfondire i contenuti emersi con i curatori del film.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

.


Nessun commento »

Nuovo refettorio della Scuola Aldo Moro

Pubblicato il 10 novembre 2014

Ottima mattinata organizzata dal Comitato di Quartiere CIM, Vialort e Rutunda dove 2 Assessori e 3 Consiglieri di maggioranza hanno potuto toccare con mano le problematiche del quartiere specialmente in termini di viabilità, parcheggi e organizzazione di eventi nella zona (mercatino rionale nel piazzale del CIM). Nel corso della camminata l’Assessore Nava ha anche illustrato a grandi linee il progetto del nuovo refettorio della scuola Moro e sistemazione parcheggio. Il costo dell’operazione (più di 900.000€), su autorizzazione del Governo, è coperto dai risparmi delle precedenti amministrazioni. Un sommesso grazie anche a loro.


Commenti disabilitati

Collaborazione con l’agenzia delle Entrate

Pubblicato il 1 novembre 2014

IL 15 Settembre abbiamo mandato una richiesta via PEC (http://www.lissoneinmovimento.it/2014/09/15/richiesta-di-informazioni-sullaccordo-con-lagenzia-delle-entrate/) all’Assessore al Bilancio e al Sindaco e dopo un mese e mezzo ci è arrivata la risposta (Prot. 2014/40851) e simultaneo comunicato stampa.

Dal comunicato stampa si evince che il nostro Comune ha recuperato 80.000€ attraverso la collaborazione con l’agenzia delle entrate e 460.000€ per evasione ICI, IMU e TASI.

Leggiamo bene la lettera mandata a noi: “ha comunicato che gli accertamenti emessi ….. ammontano ad un importo superiore agli 80.000€. Tale notizia seppur informale, è fondatissima ….”

Quindi non sono soldi recuperati ma accertati (al lordo di ricorsi e patteggiamenti) quindi introiti previsti. Il  che fa solo piacere ma solo quanto questo importo viene scritto nei libri contabili. Fondamentale differenza tra preventivi e consuntivi.

Recuperare soldi dall’evasione fa sempre piacere ma guardiamo bene i numeri: 7 accertamenti per un ammontare complessivo (previsto) di sanzioni di 80.000€. 11-12.000 a testa.

Questo ci dice che, come al solito in Italia, si cerca di far pagare il giusto a chi già paga, mentre la caccia agli evasori totali, per cui l’Agenzia dovrebbe contare sulle Amministrazioni locali che conoscono il territorio, è nulla.

Siamo convinti che oltre a cercare queste evasioni, forse il Comune dovrebbe cominciare seriamente a tentare di recuperare le evasioni totale. Ma si sa questo non è un lavoro facile.

Secondo punto: il Comune che in campagna elettorale mi sembra avesse parlato di controllo di gestione, ci dovrebbe saper dire quanto è costato in termini di lavoro (e quindi in soldi nostri) questa attività di collaborazione? Cioè per recuperare, forse, 80.000€ quante ore di dirigenti, funzionari e personale si sono spese? Forse ai nostri amministratori interessa poco ma se per recuperare 10 spendo 20 noi cittadini dovremmo saperlo.

In ogni caso siamo sempre d’accordo alla lotta all’evasione tout court, l’importante è che a livello locale e nazionale si tratti di un’azione efficace (= redditizia) altrimenti è solo “fumo”.

Per ICI, IMU e TASI è il totale accertato è 453.000€ quindi una volta che questa cifra verrà iscritta a bilancio (quindi riscossa effettivamente) e dedicata ad azioni utili ai cittadini (non per comprare divanetti) l’Amministrazione avrà il nostro plauso. Solo allora però.

 


Commenti disabilitati

L’arte di arrampicarsi sui vetri

Pubblicato il 17 ottobre 2014

Questa Amministrazione magari ha qualche carenza di competenza in settori chiave (come il Commercio) ma certo non manca della capacità di sapersi arrampicare sui vetri come e meglio di tanti altri.

Ieri sera in Consiglio Comunale si è discussa l’interpellanza di Stefano Battocchio riguardo alla nomina di Beatrice Sala a Presidente di Farmacie Spa ed in particolare la richiesta di informazioni di come questa nomina sia avvenuta nel rispetto dello statuto in vigore.

Anche noi avevamo scritto in proposito http://www.lissoneinmovimento.it/2014/09/26/3546/, ma le risposte date in Consiglio Comunale vanno ben oltre ogni capacità immaginativa di noi comuni esseri umani. Vi conviene leggerla per diletto personale RISPOSTA A INTERPELLANZA PROT. 34473 (1)

Non riusciamo nemmeno a commentare quello che hanno scritto e detto. Una per tutte: “esperienza maturata nella redazione di bilancio della ditta di famiglia (ditta individuale)”. Ma questa amministrazione conosce la differenza di un Bilancio di una Spa da quello di una ditta individuale?

L’unica frase condivisibile in tutta la risposta è: “Si è voluto dare fiducia ad una persona giovane che si è proposta dimostrando volontà di affrontare con impegno  un incarico importante e nuovo per lei, valorizzando così risorse giovanili e offrendo possibilità di crescita professionale” – notiamo con piacere la contraddizione con tutto quanto detto prima che sta negli aggettivi “importante e nuovo”. 

Se la risposta all’interpellanza fosse stata questa unica frase, avremmo rispettato la scelta.


Commenti disabilitati

La prima elementare della comunicazione

Pubblicato il 14 ottobre 2014

Oggi 14 Ottobre esce sul sito del Comune (sezione “se ne parla in Città” “GIOSTRE O FRITTELLE?”) una comunicazione con un pò di errori di ortografia e con una data postuma (15 Ottobre)

GIOSTRE O FRITTELLE?
Eccola! Per un altroanno, dal 18 al 20 ottobre, la storica sagradi Lissone, ormai nel cuore e sul calendario dei lissonesi per fare festa congiostre per grandi e piccini, attrazioni,  bancarelle e la tradizionaletorta paesana. Appuntamento in piazza degli Umiliati dalle 9 alle 23.

Lunedì 20 ottobre mercato ampliato, con bancarelle ricche di  numerosiarticoli e vendita di prodotti tipici. La sagra è anche un momento perritrovarsi in famiglia, pranzare insieme, passeggiare tra le giostre gustandouna frittella o dello zucchero filato, insomma godersi un aspetto diverso dellacittà.

Lissone, 15/10/2014

Con tutti gli insegnanti e giornalisti che ci sono in Giunta, un bel 4– in ortografia.


4 Commenti »

I simboli di Lissone

Pubblicato il 4 ottobre 2014

Ci hanno segnalato che da qualche giorno sul retro del Palazzo del Mobile, oltre alle erbacce, è comparso un manufatto che potrebbe essere una voliera o forse più probabilmente un pollaio (vedi foto).

Speriamo che, come il totem, i banner e i divanetti, non sia un’altro simbolo che rappresenti Lissone Città del design e dell’arredo


Commenti disabilitati

Le feste col “contagoccie”

Pubblicato il 2 ottobre 2014

Ieri sul sito del Listone è apparso un post che facendo riferimento alla Festa dell’Uva (che detto fra noi ha avuto un grande successo) ha segnalato: “crescono anche le lamentele giustificate dei residenti: rumore, difficoltà di accesso alle proprie case, sporcizia sulle strade il giorno dopo… E, ammettiamolo, non sono proteste del tutto senza ragione”.

Da un’Amministrazione ci sia aspetta se non collaborazione almeno apprezzamento per chi organizza a spese proprie queste manifestazioni di successo e non di certo dire “diamoci una regolata”.

Per fortuna su FB c’è chi nella maggioranza ha preso le distanze da questa posizione del Listone (Lista per Concetta), manca all’appello l’opinione di SEL, IDV e PD (quella del Listone la sappiamo).

Poi sull’utilizzo di altre aree cittadine per eventi (senza però precludere ai commercianti del centro di fare le feste in centro) siamo perfettamente d’accordo, tant’è che il Comitato di Quartiere Rutunda, Vialort e CIM vorrebbe organizzare un mercatino nella zona CIM (Piazzale di fronte al distributore di benzina) ma a quanto pare i documenti che dovrebbe preparare l’ufficio competente non arrivano.


Commenti disabilitati

Confusione sui divanetti

Pubblicato il 29 settembre 2014

Pensavamo di aver capito qualcosa sulla logica scellerata che aveva guidato la scelta dei divanetti di Piazza Libertà, ma un intervento del Sindaco sul Cittadino di sabato scorso ci fa pensare che c’è qualcosa che non quadra. Ci pareva di aver capito che i divani erano stati ideati da uno studio di architettura lissonese e realizzati da un’azienda torinese. Ma il Sindaco sul Cittadino dichiara: “Non potevamo farle realizzare in città perchè il brevetto è di una ditta torinese

Brevetto? Ma non era un prodotto “unico” disegnato per Lissone?

Se c’era il brevetto vuol dire che il prodotto esisteva già e che potrà essere comprato da chiunque (a cui non dispiaccia di spendere è più di 1000€ l’uno), oppure il brevetto è solo sui materiali? Perchè se è così potevano essere realizzate da chiunque comprando il materiale dalla ditta di Torino.

E poi perchè il bando su Sintel?

Domande che sicuramente non avranno risposta.


Commenti disabilitati



Articoli Recenti