Mozione sui parcheggi della stazione

Pubblicato il 24 gennaio 2019

Ieri abbiamo protocollato questa mozione che verrà discussa in uno dei prossimi Consigli Comunale

PREMESSA: dagli organi di stampa abbiamo appreso che a breve verranno resi disponibili 250 posti auto liberi (strisce bianche) e sorvegliati dalle telecamere alla Stazione.

CONSIDERATO CHE bisognerebbe favorire i pendolari lissonesi in virtù del fatto che questa opera è essenzialmente a carico ai cittadini di Lissone.

 Per queste ragioni il Consiglio Comunale IMPEGNA IL SINDACO:

  • Di rivedere la politica di sosta gratuita e sosta a pagamento di tutta l’area parcheggio (quella attuale e quella nuova)
  • Garantire la gratuità della sosta esclusivamente ai pendolari residenti a Lissone (studenti e lavoratori) che ne facciano richiesta e, con la presentazione di opportuna documentazione, ottengano un pass per ogni auto autorizzata.
  • Per tutti gli altri pendolari non residenti, di richiedere il pagamento della sosta come nelle aree adiacenti alla stazione.

Commenti disabilitati su Mozione sui parcheggi della stazione

Inaugurazione Sede dei Gruppi Consiliari

Pubblicato il 18 gennaio 2019

A Gennaio dello scorso anno i capigruppo delle formazioni di minoranza avevano chiesto, con una mozione al Sindaco di poter avere a propria disposizione una struttura comunale per i gruppi consiliari.

Nella mozione si diceva, tra l’altro, che è importante e democraticamente auspicabile che chi pratica l’attività politica sia agevolato nello svolgerla con il supporto dell’amministrazione tutta e beneficiare dello stesso trattamento di chi svolge attività di carattere sociale sul territorio.

Poi a Settembre era stata sottoposta ancora e, con enorme piace possiamo ora annunciare che la Conferenza dei Capi Gruppo riunitasi lo scorso 8 gennaio ha stabilito, in accordo con il Sindaco, di inaugurare la nuova sede dei Gruppi Consiliari, in Via Stoppani ex farmacia comunale, sabato 19 gennaio alle ore 11:00.

Siete invitati a condividere questo momento,  durante il quale sono previsti  brevi interventi istituzionali alla presenza della stampa locale.


Commenti disabilitati su Inaugurazione Sede dei Gruppi Consiliari

Trovate la differenza (2^ atto)

Pubblicato il 14 gennaio 2019

Giardinetti di via Bacelli (di fronte alla Chiesa Madonna di Lourdes).

Segnalato il 15 Ottobre su FB e nelle comunicazioni del Consiglio Comunale.

A Ottobre questa era la situazione:

Giardinetti Madonna di Lourdes - Ottobre 2018

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

A gennaio questa

Diapositiva1

 

 

 

 

 

 

 

 

A parte le foglie cadute trovate qualche differenza?


Commenti disabilitati su Trovate la differenza (2^ atto)

News dalla ciclofficina…

Pubblicato il 12 gennaio 2019

Ieri, venerdì, ci siamo introdotti in maniera regolamentare nella ciclofficina con la tessera sanitaria (lo dico per quelli che mi avranno visto sulle telecamere di sicurezza).

Il nostro scopo non era fraudolento ma solo per fare dei controlli come mi viene prescritto dall’art. 43 del TUEL in qualità di Consigliere Comunale.

Ho visto che per 3 giorni alla settimana ABACO (che ha un ufficio in quella struttura) ha uno sportello di assistenza al pubblico.

Sulla sinistra c’è un “cubotto” che si presume sia un gabinetto. Sfortunatamente CHIUSO a CHIAVE.

Se questa struttura interna era presente anche il 3 Dicembre (giorno dell’entrata in funzione della ciclofficina), le domande sono:

  1. al 3 Dicembre c’erano i collegamenti per la fornitura dell’acqua?
  2. al 3 Dicembre c’erano gli scarichi di collegamento alla rete fognaria?
  3. che ha dato il permesso di utilizzare questa struttura aperta al pubblico senza 1) e 2)

Non ci resta che la via dell’interpellanza.


Commenti disabilitati su News dalla ciclofficina…

Trovate la differenza

Pubblicato il 11 gennaio 2019

Il 30 agosto 2018 faccio una segnalazione al Comandante della Polizia Municipale una situazione di errato o perlomeno discutibile posizionamento di un cartello per segnalare uno stallo per disabili in via Pietro Micca.

Foto mandata il 30 Agosto:

Via Micca 30 Agosto

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Foto scattata in questi giorni:

 

Via Micca Gennaio 2019 v2

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Trovate qualche differenza?

 


Commenti disabilitati su Trovate la differenza

Bando per l’assegnazione di borse di studio per giovani neolaureati

Pubblicato il 8 gennaio 2019

Pubblicato il bando per lo svolgimento di 36 tirocini formativi e di orientamento destinati a neolaureati. E’ un tirocinio retribuito annuale presso il Consiglio regionale, riservate a ragazzi di età inferiore ai 30 anni con laurea minimo triennale in materie politiche giuridiche od economiche conseguita al massimo tre anni fa.

Il termine per la presentazione delle domande scade il 16 gennaio 2019.

http://www.consiglio.regione.lombardia.it/wps/portal/crl/home/amministrazione-trasparente/bandi-di-concorso/bandi-e-avvisi/borse-di-studio/


Commenti disabilitati su Bando per l’assegnazione di borse di studio per giovani neolaureati

Ma gli uffici del Comune sono messi in condizione di lavorare efficientemente?

Pubblicato il 7 gennaio 2019

Noi sappiamo che certi settori del Comune sono sotto organico (specialmente la Polizia Municipale) e quando ci viene detto che un incontro o un accesso agli atti ha dei tempi lunghi per essere programmato o eseguito perché il personale è molto impegnato, ci crediamo, non apprezziamo certo ma capiamo.

L’essere oberati di lavoro, in genere è causato da due fattori:

  1. Troppe attività da fare rispetto l’orario di lavoro
  2. La modalità con cui i lavori vengono fatti

Entrambe le cause sono conseguenza del modo in cui si organizza il lavoro, compito essenziale dei dirigenti comunali. Certo se ci fosse un efficiente sistema per il controllo di gestione di potrebbe capire di più di come funziona la macchina comunale e di conseguenza come organizzare ed eventualmente efficientare il lavoro.

Ma a Lissone il Controllo di Gestione (quello vero come lo intendono le aziende private) non c’è e forse si farà.

Perché parliamo di tutto questo? E’ un problema reale o una fisima di chi crede nell’efficienza?

Ci è passato per le mani un atto che dimostra che vengono fatte delle scelte che sovraccaricano gli uffici di lavori addizionali e non sono richiesti dalla legge e neanche dalle “best practice”.

Stiamo parlando di un atto (Prot. 2018/44189 del 23 agosto 2018 AVVISO PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE A PARTECIPARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L’AGGIUDICAZIONE DELL’APPALTO DELLA FORNITURA E MESSA A DIMORA DI PIANTE E FIORI – ANNI 2018- 2019- 2020) che ha avuto come conseguenza la partecipazione di una decina di aziende che hanno compilato documento predisposto dagli uffici e poi secondo i principi del Codice degli Appalti è avvenuto un sorteggio di 5 tra le 10 partecipanti che poi sottoporranno l’offerta per i lavori e servizi richiesti.

Poi ci sarà la valutazione ed infine l’assegnazione.

Un bel pò di lavoro che, ci chiediamo, se fosse necessario?

Perché 5 aziende su 10 hanno lavorato per predisporre la domanda e poi non hanno neanche avuto la possibilità di gareggiare?

Perché gli uffici hanno dovuto definire una proceduta “costosa” in termini di ore di lavoro per la sua gestione.

La risposta sta nel Codice degli Appalti.

All’art. 36, Comma 2) a) di dice che: per affidamenti di importo inferiore a 40.000 euro, mediante affidamento diretto anche senza previa consultazione di due o più operatori economici o per i lavori in amministrazione diretta;  mentre al comma 2) b) per affidamenti di importo pari o superiore a 40.000 euro e inferiore a 150.000 euro per i lavori, o alle soglie di cui all’articolo 35 per le forniture e i servizi, mediante procedura negoziata previa consultazione, ove esistenti, di almeno dieci operatori economici per i lavori, e, per i servizi e le forniture di almeno cinque operatori economici individuati sulla base di indagini di mercato o tramite elenchi di operatori economici, nel rispetto di un criterio di rotazione degli inviti. I lavori possono essere eseguiti anche in amministrazione diretta, fatto salvo l’acquisto e il noleggio di mezzi, per i quali si applica comunque la procedura negoziata previa consultazione di cui al periodo precedente. L’avviso sui risultati della procedura di affidamento, contiene l’indicazione anche dei soggetti invitati

Quindi la procedura adottata per l’atto in questione è quella (più complessa) del comma 2) b) “importi sopra i 40.000€” al posto della più semplice e diretta del comma 2) a) per affidamenti inferiori a 40.000€.

Conclusione: l’affidamento in questione (messa a dimora di piante e fiori) ha un importo complessivo su 3 anni di €24.450,00. Perché quale principio o legge si chiede agli uffici un lavoro non previsto dalla legge essendo gli stessi uffici già “carichi” (come ci dite spesso) di lavoro?


Commenti disabilitati su Ma gli uffici del Comune sono messi in condizione di lavorare efficientemente?

Ancora sulla ciclofficina…

Pubblicato il 3 gennaio 2019

Il 1 dicembre è stata aperta al pubblico la ciclofficina, con l’assistenza, almeno per la prima settimana di un operatore.

Bene.

Vorremmo chiedere al Sindaco ma specialmente al Vice Sindaco Marino Nava:

  1. se nella ciclofficina esiste un bagno? a noi sembra di si, ma vorremmo una conferma
  2. se gli scarichi del bagno sono collegati al sistema fognario? a noi sembra di no, ma vorremmo conferma
  3. se le risposte precedenti sono come sembrano a noi, chi è l’ente e la persona che ha dato il permesso di aprire la ciclofficina il 1 Dicembre senza questi requisiti?

Commenti disabilitati su Ancora sulla ciclofficina…

Convenzione con le Paritarie

Pubblicato il 2 gennaio 2019

Sul territorio di Lissone sono presenti quattro scuole dell’infanzia parrocchiali, che svolgono, da decenni, un’importante funzione educativa e contribuiscono, insieme agli istituti statali, a rispondere ai crescenti bisogni dell’utenza. Le scuole parrocchiali, tutte riconosciute «paritarie» sono: Maria Bambina, Cuore Immacolato di Maria, Mater Divinae Providentiae (S.Margherita); Maria Immacolata (Bareggia).

Vi ricordate il Programma Elettorale di Lissone in Movimento e Lissone Futuro alle elezione del 2017? C’era uno specifico capitolo sulle paritarie.

La scuola materna uguale per tutti: le paritarie

Riconoscendo il valore educativo delle Scuole Paritarie dell’Infanzia è intenzione della nostra Amministrazione rivedere la Convenzione stipulata in modo da favorire sempre di più gli aiuti alle famiglie con ISEE e FFC (fattore famiglia comunale) più bassa e nel contempo aumentare il contributo in maniera graduale per arrivare a fine mandato (5 anni) a 650.000€ annui e porre le basi per arrivare in altri 5 anni a rispondere all’equazione prezzo che le famiglie pagano alle paritarie uguale a quello delle scuole private.

Viceversa nel programma elettorale di Concetta Monguzzi del 2017 la parola “paritarie” neanche compare magari per non perdersi i voti delle sinistre, sue alleate, che con le paritarie non hanno certo un buon rapporto.

Prendere idee da altri è sempre un segnale di umiltà e intelligenza e noi di Lissone in Movimento e Lissone Futuro le siamo grati di aver “copiato” dal nostro programma elettorale questa proposta e con delibera di Giunta 430 del 19/12/2018 porta il contributo alle scuole parrocchiali da 455.000€ all’anno a 500.500€ all’anno.


Commenti disabilitati su Convenzione con le Paritarie

Perchè la Giunta ha rinunciato a chiedere 392.000€ di penali?

Pubblicato il 27 dicembre 2018

Questa è la domanda, per ora senza risposta, che è stata l’oggetto della discussione nel Consiglio Comunale del 20 Dicembre.

Premesso che a Ottobre i consiglieri di minoranza hanno presentato una mozione per istituire una commissione di indagine e controllo sullo spostamento del Cogeneratore (quello che ora è in via Perosi e originariamente doveva essere interrato nello spazio antistante le case Aler del quartiere Don Moscotti) che la maggioranza non ha approvato, adducendo, tra l’altro, che la documentazione è disponibile e la commissione è inutile e causerebbe un sovraccarico degli uffici senza portare nessun fatto nuovo rispetto alla documentazione esistente.

La documentazione l’abbiamo chiesta subito ma è arrivata senza la relazione sui 476 giorni di ritardo, essenziale per stabilire la legittimità della mancata richiesta delle penali contrattuali (circa 392.000€), che era uno degli scopi precipui della commissione di indagine e controllo.

La richiesta era di produrre una relazione dettagliata settimana per settimana delle azioni fatte dagli uffici del Comune di Lissone per la gestione di questo progetto a partire 30/9/2015 (data ultima proroga) al 27/2/2017 (data verbale di fine lavori) e riferire al consiglio comunale.

La richiesta aveva uno scopo fin banale: capire se il ritardo era causato da ritardi degli uffici comunali, allora il costruttore aveva tutti i diritti di non essere aggravato delle penali, ma se i ritardi erano imputabili al costruttore le penali andavano richieste.

La richiesta di avere questa relazione è stata respinta.

Quindi non sapremo mai cosa è successo in quei 476 giorni e non sapremo mai perché non sono state richieste?

Neanche per idea: chiederemo incontro specifici ai dirigenti e funzionari coinvolti nel progetto per appurare come mai si è rinunciato a 392.000€ di soldi dei lissonesi.


Commenti disabilitati su Perchè la Giunta ha rinunciato a chiedere 392.000€ di penali?



Articoli Recenti