Il “mercato” del lunedi

Pubblicato il 17 ottobre 2017

Ho visitato il “mercato” o meglio la manifestazione del lunedi della Sagra e devo che mi è piaciuta.

A parte una paio di abusivi che ho subito segnalato al comandante della Polizia Municipale che è intervenuta immediatamente, il resto mi è sembrata una bella manifestazione.

La gente che ho incontrato era contenta che il “mercato” fosse stato ripristinato e anzi qualcuno mi ha chiesto che ogni lunedi avrebbe gradito che fosse mantenuto in questa locazione (difficile spiegare che il traffico ne avrebbe sofferto).

Quindi meglio dello scorso anno (quando era stato cancellato) e spero che venga migliorato ancora il prossimo.

Infatti percorrendo via Don Minzoni ed immettendosi in via SS Pietro e Paolo dalla festa si è passati alla “tristezza”. La decisione di non utilizzare la via SS Pietro e Paolo e la Piazza Libertà è discutibile e dovrebbe essere oggetto di una riflessione: perchè non far partecipare alla festa i negozi del centro?

Speriamo che il prossimo anno la proposta che avevano fatto le minoranza venga considerata.


Nessun commento »

Linee programmatiche: la nostra analisi – Parte 2

Pubblicato il 12 ottobre 2017

In questa seconda parte elenchiamo le linee di programma che avremmo voluto vedere e non abbiamo visto:

  1. Innanzi tutto, e lo abbiamo detto in Consiglio Comunale, in queste linee programmatiche manca la “visione” di città da qui a 20 anni. Si è voluto parlare solo del periodo di questa legislatura senza tenere conto che la città tra 20 anni deve avere qualcosa di più e di meglio e che una parte delle azioni di breve – medio periodo devono essere in funzione di obiettivi strategici di lungo periodo. Questo manca totalmente.
  2. L’efficentazione della macchina amministrativa che, a parte un generico riferimento nel capitolo 11.11, non segna le linee per un’azione forte ed efficacie in questo senso. Manca ogni riferimento al sistema di controllo di gestione che è la base di ogni analisi organizzativa per capire i costi veri di un progetto e capire il contributo di ogni dipendente al ogni progetto. I sistemi di controllo di gestione sono in uso da anni nelle pubbliche amministrazioni, anche in comuni più piccoli di Lissone. Il sistema di controllo di gestione porta a sviluppare sistemi di analisi “ABC – Activity Based Cost) e questo si che è una vera innovazione della pubblica amministrazione. Ma siamo molto indietro.
  3. L’efficentazione della macchina amministrativa passa da delle fasi precise che mancano totalmente nelle linee programmatiche, come la gestione dei progetti e delle attività (time cards), un sistema premiante da adottare (basato su obiettivi chiari, misurabili e raggiungibili) e la misura della soddisfazione di tutti i servizi
  4. Manca totalmente un accenno alle paritarie con una convenzione che scade nel 2019, quali sono le linee guida? cosa si vuole fare? come sostenere?
  5. Non si dice niente di gran parte dei punti per cui il Sindaco ha firmato il Patto con il Forum delle Famiglie: CAV centro aiuto alla vita, da ISEE a FFC, Family Card – Family Pay, Incentivi alla maternità, Maternità e lavoro
  6. Manca un impegno a rivedere l’organico della Polizia Municipale
  7. Manca un impegno a garantire che per ogni affidamento, nel rispetto del nuovo codice degli appalti, sempre e in ogni caso le aziende lissonesi siano invitate ai vari bandi o richiesta di preventivi.
  8. Non c’è un impegno preciso per creare una mensa gestita dalla Caritas come avevamo noi nel nostro programma. Si parla genericamente “possibile pensare a strumenti quali mense e social market solidali”. Un po poco!
  9. Sui programmi per i giovani manca: supporto alle attività di locali e bar sul territorio lissonese che favoriscano l’aggregazione giovanile, ad esempio con degli incentivi fiscali temporanei, creando alcuni bandi finalizzati alla collaborazione di artigiani locali per la realizzazione di arredi; corsi che si propongono l’obiettivo di rendere i giovani maggiormente informati e indipendenti: ad esempio come si legge un estratto conto di banca, come si fa un contratto di locazione/affitto, quali sono i punti qualificanti di un contratto di lavoro e di un mutuo; incontri tra i giovani e gli artigiani locali per avvicinarli al concetto di arte del legno e del design e dei “mestieri” correlati; una tessera comunale per gli under 30 che preveda sconti e agevolazioni da utilizzare negli esercizi commerciali lissonesi; agevolazioni fiscali, gli under 30 che acquistano o affittano una casa a Lissone.
  10. Villa Magatti, assegnata in parte alle associazioni, per noi sarebbe dovuta essere dedicata per un’esposizione del “bello” creato da artigiani e architetti a Lissone
  11. Revisione ZTL
  12. Manutenzione giardinetti
  13. Piano Urbano del traffico
  14. Visibilità dei passaggi pedonali
  15. Viabilità di via Nobel

Nessun commento »

Linee programmatiche: la nostra analisi – parte 1

Pubblicato il 11 ottobre 2017

Nei consigli comunali del 5 e 6 Ottobre il Sindaco ha presentato le linee programmatiche dell’amministrazione.

Il documento completo è questo: LINEE PROGRAMMATICHE

Abbiamo fatto un’analisi per compatibilità con il programma elettorale di Lissone in Movimento e Lissone Futuro.

Dei 96 punti di programma, 35 erano presenti anche nel nostro programma elettorale.

Clicca -> Punti presenti nel nostro programma elettorale

16 punti erano in parte condivisibili ma con qualche essenziale distinguo.

Clicca -> In parte d’accordo con qualche distinguo

Infine su 45 dei 96 o il giudizio è negativo o è difficile esprimere un giudizio se non si vede cosa si vuole fare nel concreto

Clicca -> Negativo o difficile esprimere un giudizio

(continua)


Nessun commento »

Da non perdere: Giovedi 12 ore 21.00 Palazzo Terragni

Pubblicato il 9 ottobre 2017

manifesto convegno autonomia

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Nessun commento »

Sempre sulla visibilità delle strisce pedonali

Pubblicato il 3 ottobre 2017

Lo scorso marzo è andata in sperimentazione una mozione presentata dal nostro consigliere Roberto Perego in collaborazione con la Polizia Municipale, sulle modalità di rendere più visibile gli attraversamenti pedonali.

Ora dall’Islanda ci arriva una modalità che potrebbe essere sperimentata

strisce pedonali2

 

 

 

 

 

 

 

 

 

(dal www.ilgiornale.it) È questa l’idea avuta dalla ditta specializzata in segnaletica stradale Vegamàlun che ha pensato e creato queste strisce in 3D che possono essere molto utili agli automobilisti.

Gli specialisti islandesi hanno infatti spiegato che questa sorta di “street painting” dà l’idea di illusione ottica. Così gli automobilisti hanno la sensazione che qualcosa stia bloccando la strada e d’istinto rallentano garantendo un attraversamento più sicuro ai pedoni.

La proposta di realizzare queste strisce è stata presentata a settembre e dopo due settimane è arrivato il sì delle autorità e il tutto è stato realizzato.


Commenti disabilitati su Sempre sulla visibilità delle strisce pedonali

Meno male che ci sono i dirigenti …

Pubblicato il 2 ottobre 2017

Con la determina nr. 1045 del 21/09/2017 il dirigente degli affari generali autorizza 3 dipendenti comunali a partecipare ad un seminario in video conferenza (costo complessivo € 122). Il seminario in oggetto riguarda “Gli appalti pubblici dopo il Decreto correttivo e il bando-tipo ANAC m. 1/2017” ed è organizzato da UPEL a Lecco.

Cosa c’è di interessante in questa notizia?

Semplice, il dirigente molto pragmaticamente sceglie di autorizzare i dipendenti a partecipare ad un seminario online perché costa meno, evita spostamenti ed ha la stessa efficacia dei corsi in aula.

Invece i politici di questa maggioranza che hanno una limitata visione dell’utilizzo delle tecnologie, dopo una sperimentazione positiva, nello scorso mese di aprile, hanno bocciato in Consiglio Comunale l’uso dei sistemi di videoconferenza (in quel caso gratuiti come skype) per la riunione dei capigruppo


Commenti disabilitati su Meno male che ci sono i dirigenti …

Mozione passaggio pedonale di via Nobel

Pubblicato il 29 settembre 2017

Ieri il nostro consigliere Roberto Perego ha protocollato una mozione (Protocollo n. 0048401) per la progettazione di un Passaggio Pedonale di via Nobel.

I lissonesi residenti in via Nobel ai civici 34 (a, b, c, d), 36 e 38 (8 famiglie) in concomitanza con la conclusione dei lavori per il sottopassaggio SP6 prevista per Dicembre 2017 saranno costretti per raggiungere a piedi o in bicicletta ad esempio la Chiesa del CIM che attualmente dista 500 metri, fare un percorso che passi da via Asiago, Via Cadore, Viale della Repubblica e via Nobel (circa 2 km).

Nell’incontro avvenuto con i residenti in Provincia l’ingegnere progettista aveva auspicato che il Comune trovasse una soluzione a questo inconveniente attraverso la costruzione di una passaggio sopraelevato per pedoni e biciclette.

Per queste ragioni il Consiglio Comunale IMPEGNA IL SINDACO E LA GIUNTA:

  • Ad Avviare un progetto di massima per un passaggio sopraelevato pedonale e ciclabile con identificazione dei costi e dei tempi di realizzazione.
  • Di identificare la variazione di bilancio più consona alla realizzazione di tale progetto
  • Di portare in Consiglio Comunale detta variazione di bilancio
  • Di concludere le opera per questa struttura entro Giugno 2018

Commenti disabilitati su Mozione passaggio pedonale di via Nobel

Sul CDA della Casa di Riposo

Pubblicato il 25 settembre 2017

La scorsa settimana il nostro consigliere Roberto Perego ha protocollato la seguente richiesta:

Avrei bisogno di ricevere in tempi brevi tutti i CV sottoposti per il CDA della Casa di Riposo Agostoni e, se esiste, una relazione sulle motivazioni delle scelte effettuate.

Effettivamente nel giro di pochi giorni abbiamo ricevuto 24 curricula ma non la relazione sulla motivazione delle scelte. Non avremmo mai preteso una graduatoria (sarebbe pretendere troppo) ma almeno una relazione tecnica (quella politica era evidente con le scelte) su perché uno era stato scelto e il perché l’altro no.

Ci sono Avvocati, Laureati in diverse discipline, Commercialisti, Medici, Architetti con una serie di esperienza di altissimo livello: membri di diversi CDA, esperti di sicurezza, Manager di coordinamento professionisti sanitari, esperienza nell’associazionismo, esperto in diritto societario, fiscale e diritto del lavoro. Questi professionisti che in un normale processo meritocratico, quale dovrebbe essere quello attuato nella scelta di un CDA della Casa di Riposo, meriterebbero per lo meno il capire perchè altri sono stati scelti al loro posto.

Però loro come noi il perché lo sanno benissimo.

 


Commenti disabilitati su Sul CDA della Casa di Riposo

Presidenti di Commissione

Pubblicato il 23 settembre 2017

Ieri si sono concluse le riunioni delle varie commissioni consiliari per la nomina dei loro Presidenti e Vice Presidenti. Come ormai è prassi consolidata di questa maggioranza (vedi le nomine per il CDA della Casa di Riposo) rompendo una prassi da sempre rispettata, alle minoranza non è stata assegnata nessuna presidenza.

Non è che la presidenza di una commissione dia particolari poteri (è più una scelta di forma che di sostanza) ma è sempre stato un modo per dare un segnale di rispetto alle minoranze.

Da questa maggioranza questo segnale non è arrivato.

Una polemica di tenore ben diverso si innesterà su queste decisioni. Infatti una presidenza era stata promessa alle minoranze in una riunione dei capi gruppo (informale e quindi senza verbale) del 20 Luglio dal Presidente Talarico, a nome della maggioranza, ma poi questo non è avvenuto.

Ma, peggio, il Presidente Talarico ha smentito ufficialmente in due sedi istituzionali (conferenza dei capigruppo e commissione 6^) di aver mai fatto questa proposta.

Questo è un fatto gravissimo che solleveremo nelle sedi opportune.


Commenti disabilitati su Presidenti di Commissione

CDA della Casa di Riposo

Pubblicato il 13 settembre 2017

Come già detto in un altro post, domani il Sindaco annuncerà le nuove nomine del CDA della Casa di Riposo Agostoni. Ci sarà un membro del Listone e 3 del PD. Ma questo non è il tema che vogliamo discutere oggi.

Noi oggi facciamo un appello al Sindaco che si faccia portatore di un’istanza che fino a ieri è stato un cavallo di battaglia della sua maggioranza. Infatti in un post del Listone di Marzo 2016 dal titolo “700 euro e una riunione al mese” si segnalava che il parroco aveva rinunciato totalmente al compenso e due membri del CDA se l’erano ridotto del 15%, mentre gli altri 7 niente, tant’è che lo stesso sito dice testualmente “il sindaco Concetta Monguzzi, durante la presentazione pubblica dell’ultimo bilancio, non gliele ha mandate a dire ed ha chiesto che almeno si riducano tutti lo stipendio, come qualcuno ha già fatto… ”

Bene caro Sindaco faccia lo stesso con questi nuovi membri perchè 700€ al mese per una sola riunione è effettivamente scandaloso. Perchè non fanno un bel gesto è rinunciano completamente ai compensi lasciando risorse importanti (più o meno 30.000€ all’anno) nella Casa di Riposo stessa?


Commenti disabilitati su CDA della Casa di Riposo



Articoli Recenti