Sicurezza dei cittadini

Pubblicato il 30 maggio 2016

Nella relazione della giunta al rendiconto di gestione 2015 il problema della sicurezza (abbiamo pure un assessore) è stato affrontato nei seguenti termini (per verificare fate una ricerca con la parola “sicurezza” nel documento stesso):

1) Sicurezza stradale

2) Sicurezza: formazione del personale

3) servizi serali di sicurezza urbana

4) sicurezza sui luoghi di lavoro

5) sicurezza dei cittadini (Città cardioprotetta)

6) messa in sicurezza degli impianti termici

E la sicurezza delle persone? a pagina 62 c’è un paragrafo che evidentemente non è neanche stato riletto perchè recita testualmente: “Ai fini di garantire una maggior efficacia nel garantire la sicurezza stradale si è provveduto Si evidenzia la carenza di operatori di polizia locale rispetto a quello che è ritenuto il numero ottimale di operatori, alla evoluzione della comunità cittadina ed alle accresciute esigenze, tra le quali emergono le pressanti richieste di sicurezza urbana che giungono dalla cittadinanza”

Quindi? Non si fa niente per carenza di personale. Ottimo. Almeno sappiamo che questa delega alla sicurezza quella vera, percepita dai cittadini, non serve.

La dimostrazione è il “bollettino di guerra” nelle pagine 14 e 15 del Cittadino di sabato scorso:

a) Caccia alla ladra dei negozi. Si finge cliente e fa razzie

b) siamo della Gelsia, ma non è vero

c) tentativo fallito in via Carducci: ha capito che la controllavamo

d) Quattro stranieri derubano una signora

e) OVS del centro senza pace: presi altri due ladruncoli

f) Fuori o dentro i negozi a chiedere l’elemosina


Nessun commento »

Dopo 4 anni finalmente a casa

Pubblicato il 29 maggio 2016

Girone

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Nessun commento »

Il mercato del quartiere CIM Rutunda

Pubblicato il 28 maggio 2016

Vi avevamo più volte accennato alla decisione di avere un mercato di quartiere  (CIM-Rutunda) il sabato mattina dalle 8.00 alle 12.00 nel piazzale antistante le scuole Moro. Molte persone ci hanno contattato da quando lo avevano saputo (Luglio dell’anno scorso) chiedendoci quando sarebbe stato fatto. Tempo fa abbiamo fatto un’interpellanza alla Giunta e ci era stati risposto nella seconda metà del 2016, poi in un incontro informale con l’assessore Angioletti (che casualmente avevamo incontrato in centro con alcuni abitanti del quartiere)  ci era stato detto “partiremo a Settembre”.

Ora nella Relazione della Giunta al rendiconto di gestione 2015 c’è un paragrafo che non ci da molte speranze:

In data 30/7/2015 con delibera di C.C. n. 71 è stato approvato il nuovo Regolamento di commercio su aree pubbliche. Tale Regolamento, alla luce del forte ampliamento del tessuto urbano che ha caratterizzato la città negli ultimi anni, ha previsto anche l’istituzione di due nuovi mercati (agricolo in via Pascoli e di quartiere in via Fani) per assicurare una adeguata qualità di servizi al consumatore. I mercati rionali, infatti, rappresentano un presidio territoriale diffuso nella città e costituiscono per i cittadini una importante occasione di spesa con ampie possibilità di scelta a prezzi concorrenziali. 

A tal fine sono state avviate le procedure per l’istituzione del nuovo mercato di via Pascoli e della postazione fuori mercato di via Bernasconi.

E quello del nostro quartiere?


Nessun commento »

Un piccolo test per vedere se avete capito quello che ho capito io

Pubblicato il 26 maggio 2016

Nel regolamento appena approvato in Consiglio Comunale sui Servizi Sociali del Distretto di Carate c’è il famoso articolo 64, oggetto di discussione in Consiglio Comunale.

Art. 64 Il Servizio di informazione e orientamento per i cittadini immigrati, lo sportello telematico immigrazione e lo sportello di supporto al lavoro di cura (sportello badanti):

<omissis>, sullo sportello badanti questi sono i punti del regolamento:

  1. affiancare le famiglie nel corso del rapporto, svolgendo attività di monitoraggio e verifica;
  2. effettuare colloqui approfonditi di candidatura per la ricerca di lavoro nel settore dell’assistenza familiare;
  3. supportare nella stesura del curriculum vitae da presentare alle famiglie in cerca di collaboratori familiari, in cui si sottolineino le competenze acquisite, le esperienze, i percorsi formativi seguiti, il livello di conoscenza della lingua italiana, la situazione familiare, le disponibilità sia orarie che di spostamento, la situazione di regolarità del documento di soggiorno in Italia per i/le candidati/e stranieri/e;
  4. predisporre la creazione di una banca dati con verifica della documentazione in possesso del collaboratore familiare (referenze, attestati, titoli di studio e di formazione, ecc.);
  5. offrire informazione, consulenza e formazione agli operatori dei servizi, per una efficace risposta ai numerosi bisogni dei cittadini stranieri che vivono e lavorano in Italia;
  6. garantire agli operatori la possibilità di aggiornamento in merito alla normativa vigente in materia d’immigrazione;
  7. offrire un servizio d’interpretariato e traduzione del materiale divulgativo/informativo elaborato e distribuito dai vari servizi;
  8. offrire supporto agli operatori con interventi di mediazione linguistico-culturale per rispondere ai bisogni della popolazione straniera (minori stranieri, adulti e famiglie);

Visto il titolo dell’articolo 64 e la descrizione del servizio badanti, secondo voi a quanto c’è scritto a chi si rivolge? a Italiani, a stranieri o a tutti e due?

Due assessori (Mariani e Angioletti) hanno dichiarato che si rivolge sia a cittadini italiani che stranieri.


Nessun commento »

Treni pendolari: non solo ritardi

Pubblicato il 25 maggio 2016

Abbiamo preso atto della lettera del Sindaco a Trenord della scorsa settimana, ma dobbiamo far notare che per i pendolari i disservizi vanno oltre i ritardi, che ovviamente sono l’aspetto più evidente ma non sono i soli.

1) i pannelli che segnalano il treno in arrivo: molte volte non funzionano, a volte, anche peggio, segnano un treno precedente. Ad esempio ieri il treno in arrivo era diretto ad Albairate e sul pannello era segnato il treno di 15 minuti prima per Rho-Fiera

2) gli annunci sono fatti a volume cosi basso che bisogna sempre chiedere a qualcuno cosa è stato detto

3) le due macchinette “obliteratrici” presenti in stazione non funzionano da 10 giorni obbligando chi vuole essere in regola a scrivere sul biglietti i dati della stazione dell’orario in piedi e magari sotto l’acqua.

4) secondo noi il più grave disagio rimane comunque il “salto” tra marciapiede e predellino del treno che per i nuovi treni a due piani a Lissone è di circa 50 cm creando non poche difficoltà a persone anziane o con qualche problema motorio. C’è da chiedersi come mai a Monza e Sesto il predellino del treno arriva a “filo” del marciapiede.


Nessun commento »

70 anni dello Sport Club Mobili Lissone

Pubblicato il 24 maggio 2016

Lo Sport Club Mobili Lissone festeggia 70 anni con una mostra che racconta la sua lunga storia.

Dal 21 Maggio al 12 Giugno al Palazzo Terragni ci sarà una mostra con cimeli storici del ciclismo, dalle biciclette di grandi campioni, a pagine di quotidiani, ritagli di giornali, foto, maglie.

Gli orari di apertura sono da lunedì a venerdì dalle ore 16 alle 19, e nei giorni di sabato e domenica dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 19.

Sport Club Mobili Lissone


Nessun commento »

Settimana dell’artigianato 2016

Pubblicato il 23 maggio 2016

Partita Sabato 21 con un concerto a Palazzo Terragni, la Settimana dell’artigianato 2016 prevede un serie di importanti avvenimenti. Martedì 24, alle 21, a Villa Magatti – l’ex sede ASL al “vecchio” Comune – inaugurazione della mostra «Infinito Pinocchio», visitabile fino al 19 giugno, poi Giovedì 26, alle 21, in biblioteca presentazione del libro «Le avventure di Pinocchio» tradotto in dialetto milanese.

Settimana dell’artigianato 2016


Nessun commento »

22 Maggio: Santa Rita

Pubblicato il 22 maggio 2016

Auguri a tutte le Rita.

Santa Rita

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Nessun commento »

Regolamento servizi sociali del distretto

Pubblicato il 21 maggio 2016

Ieri sera in Consiglio Comunale di è discusso di tutti i servizi (sociali) che verranno erogati dal Comune di Lissone e dagli altri comuni del distretto di Carate.

Sono un supporto ad una serie di disagi sociali e visto che la comunicazione ai cittadini sarà fatta ma non si sa quando, abbiamo creato una sorta di “bigino” dei servizi di 8 pagine (Regolamento (short)).

Per una completa ed esauriente lista dei servizi questo è il Regolamento completo (Regolamento Completo)


Nessun commento »

Barriere Architettoniche

Pubblicato il 19 maggio 2016

Qualche giorno fa il nostro Consigliere, Roberto Perego, ha protocollato la seguente richiesta all’Assessore Mariani

Faccio riferimento all’ORDINE DEL GIORNO PROT. N. 28517 DEL 02.07.2015 PRESENTATO DAL CONSIGLIERE ROBERTO PEREGO DI LISSONE IN MOVIMENTO RELATIVO A: “ABBATTIMENTO BARRIERE ARCHITETTONICHE” votato all’unanimità il 2 Luglio 2015 che, con un emendamento prevedeva:

Barriere

 

 

 

 

 

 

Visto che si avvicina la scadenza richiesta dal Consiglio Comunale, le chiedo:

  1. Come e quando intende presentarci i dati del censimento
  2. Quando ci presenterà il piano di progetto per la risoluzione dei problemi

Nessun commento »



Articoli Recenti