Commemorazione delle Foibe

Pubblicato il 13 febbraio 2016

Il 10 febbraio è stato il giorno del ricordo di una pagina tra le più cupe della storia contemporanea, avvolta a lungo nel silenzio e nel buio, come le tante vittime, inghiottite nelle cavità carsiche, le cosiddette foibe, per volere del maresciallo Tito e dei suoi partigiani, in nome di una pulizia etnica che doveva annientare la presenza italiana in Istria e Dalmazia.

FOIBE

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’Amministrazione ricorderà questa pagina nera della nostra storia con una commemorazione, domani, Domenica 14 Febbraio alle ore 11 in Piazza Martiri delle Foibe


Nessun commento »

Affidamenti 2016

Pubblicato il 12 febbraio 2016

Da quest’anno cercheremo di aggiornarvi su tutti gli affidamenti del Comune. mese per mese, con i relativi importi e se le aziende sono di Lissone o meno

Al 10 febbraio sul sito del comune (Amministrazione Trasparente -> Bandi di Gara e Contratti ->Affidamenti servizi, forniture e lavori -> 2016 Elenco Contratti Pubblici.html) appaiono solo 5 affidamenti, guarda caso tutti diretti.

Totale dell’importo affidato direttamente € 10.847,20.

(determine DI/2016/6, DI/2016/7, DI/2016/28, DI/2016/77, DI/2016/82).

Aziende aggiudicatarie: nessuna di Lissone, 2 di Milano, 1 di Roma, 1 di Muggiò, 1 di Legnano.

Inoltre raccomandiamo a chi si occupa di tenere aggiornata questa pagina del sito, una maggiore accuratezza onde evitare qualche piccolo errore nell’esporre di dati.


Nessun commento »

Domani Consiglio Comunale

Pubblicato il 11 febbraio 2016

Domani 12 Febbraio Consiglio Comunale con una importante mozione presentata dal nostro consigliere Roberto Perego.

PREMESSO in data 18 Novembre 2015 il sottoscritto ha presentato un’interpellanza sul medesimo argomento e che nel Consiglio Comunale del 18/12/2015 l’Assessore non ha risposto esaurientemente alle domande poste VISTA la risposta del Presidente del Consiglio Comunale alla reiterata sottomissione dell’interpellanza da me protocollata in data 27 Dicembre 2015

ACCERTATO che alla data attuale non è stata presa una decisione se accettare la nuova sottomissione dell’interpellanza

RITENENDO importante per i cittadini lissonesi, in particolare per quelli che risiedono nell’area interessata, pur essendo il progetto di competenza della Provincia di MB, che l’Amministrazione li informi sullo stato del progetto anche alla luce delle ripercussioni (positive o negative) che la nuova arteria avrà sul quartiere. In particolare:
1. Il piano dei lavori con date di inizio e fine degli stessi,
2. l’impatto sulla viabilità di viale Repubblica durante lo scavo
3. il progetto di sistemazione dell’area a lavori finiti,
4. la previsioni di pedonalità e ciclabilità per l’accesso all’ospedale
5. l’ eventuale coordinamento con la ciclabile di via Copernico.
6. Il rendere pubblico l’eventuale progetto delle finiture in superficie CHIEDE Ai sensi dell’articolo 56 comma 6 del Regolamento del Consiglio comunale

Che il Consiglio Comunale

IMPEGNI LA GIUNTA a un impegno fattivo, tempestivo e concreto per:

1) Organizzare un incontro pubblico, preferibilmente in una struttura della zona interessata, per spiegare e dibattere quanto contenuto nella mozione qui presentata

2) Di organizzare il suddetto incontro pubblico entro il 30 Aprile 201


Nessun commento »

Ispezione della Ragioneria Generale dello Stato

Pubblicato il 10 febbraio 2016

La scorsa settimana il sito del Listone pubblicava un post in cui si fa riferimento alla ispezione della ragioneria generale dello Stato (RGS) nel 2012 che aveva fatto 15 contestazioni in merito a fatti avvenuti tra il 2007 e 2012.

Il post si guarda bene da fare accuse dirette alla precedente amministrazione ma con un linguaggio “giornalistico” fa capire che l’amministrazione attuale non c’entra per niente. E’ vero, per onestà intellettuale dovrebbero dire che non c’entra neanche quella precedente ma, per ovvi motivi, su questo argomento “abbozzano”.

Anzi precisano che loro sono così bravi da non far ricadere i costi di tali contestazioni (si parla di 650.000€) sui cittadini.

Ma vediamo cosa ha scritto la RGS il 7/11/2013 in risposta alle controdeduzioni del Comune in data 27/6/2013.

Riassumendo la RGS dice che 4 contestazioni su 15 sono state sistemate ma le altre sono comunque da risolvere. E come?

RGS risposta 13-7-2013

 

Noi magari non sappiano leggere e magari neanche capire ma mi sembra che qui la politica non c’entri niente.


Nessun commento »

Costi per censire le barriere architettoniche

Pubblicato il 9 febbraio 2016

Con delibera di Consiglio Comunale N. 66 del 22/07/2015 su un Ordine del Giorno presentato dal Consigliere di Lissone in Movimento, Roberto Perego, si impegnava la Giunta ad avviare il censimento delle barriere architettoniche esistenti nel Comune di Lissone.

Nella discussione il nostro consigliere aveva messo in evidenza la disponibilità delle associazioni ad offrire volontariamente collaborazione a questo progetto che quindi poteva essere fatto a costo zero.

Invece nel Consiglio Comunale del 30 Novembre 2015 (variazione di bilancio) nell’allegato al provvedimento compare al capitolo 8911 “incarico per la mappatura delle barriere architettoniche” : importo 30.000€ che l’assessore Mariani spiegava essere una “app” come quella esistente in altri comuni in cui si potevano segnalare le barriere architettoniche.

Fortunatamente il progetto per cui si era fatta la variazione di bilancio non ha avuto seguito (non c’è stato impegno di spesa), e quindi non si farà l’app per il censimento delle barriere architettoniche. Anche perchè (vedi post di ieri) con WEDU avremmo avuto lo stesso servizio gratuitamente.

Resta irrisolta la questione di come mai il 30 Novembre si fa una variazione di bilancio e poi non si fanno gli impegni di spesa (ovvero il progetto non si fa). 


Nessun commento »

Decoro Urbano (WeDU o meglio “other DU)

Pubblicato il 8 febbraio 2016

Lumezzane (Sindaco del PD) comune con la metà degli abitanti di Lissone ha adottato l’app gratuita “WE DU” per la segnalazione, il censimento e l’avanzamento dei lavori per richieste di intervento di guasti o altro sulle strade del Comune.

Lumezzane

 

 

A Lissone già era stato proposto lo stesso sistema, approvato in Consiglio Comunale con un emendamento che prevedeva la costituzione di un tavolo tecnico che dopo un’indagine traeva le seguenti conclusioni:

Dato atto che i lavori della seduta del Tavolo Tecnico, si sono conclusi a seguito dell’indagine condotta dal Settore Affari Generali, con la valutazione da parte dei partecipanti, che l’introduzione della piattaforma WE-DU non comporterebbe un ausilio efficace per la segnalazione del degrado urbano da parte dei cittadini e per la corretta evasione da parte degli uffici comunali delle stesse, rispetto all’attuale sistema di gestione delle segnalazioni in atto c/o URP;

Cosa direbbe Lumezzane?

Noi (che pensiamo male) riteniamo che la maggioranza “tema” che con uno strumento come WE DU i cittadini si rendano conto dello stato degli arredi urbani e, ancor più, vedano come stanno (non) risolvendo i problemi.


Nessun commento »

Amministrazione bocciata

Pubblicato il 6 febbraio 2016

Oggi il Cittadino pubblica i pareri della maggioranza e minoranza sulla possibilità di crisi della giunta Monguzzi.

Per motivi di spazio le nostre risposte sono state sintetizzate, qui di seguito ve le riportiamo in forma completa.

1) Commento sul momento di stallo dei lavori del consiglio comunale

Dopo un Dicembre ad “alto traffico” istituzionale con commissioni e consigli comunali con provvedimenti dalla dubbia urgenza, in tutto Gennaio, per quanto mi riguarda, si sono fatte solo 2 riunioni della commissione 1^ che presiedo sul Regolamento del Benessere Animale (una terza è programmata per la prossima settimana). Cercherò di rianimare le attività con 2 richieste già inoltrate:

  1. Modifica del Regolamento sull’assegnazione delle borse di studio (fatto nel 1993)
  2. E, molto più importante, modifica del Regolamento per gli affidamenti diretti (quelli che vengono assegnati senza bando e neanche confronto tra preventivi) di servizi, forniture e lavori (risalente al 1999) che in questi 3 anni hanno cubato per circa 2,8 m€

2) Crede che ci sia una crisi in maggioranza e perché?

Molto freddamente se c’è una crisi nella maggioranza la cosa mi interessa poco. Qualsiasi siano le controversie interne (specialmente con i falchi del Listone capitanati dall’assessore Beretta) non molleranno certo ad un anno dalle elezioni.  Quindi continuiamo a monitorare le scelte sbagliate che fanno per poi, in campagna elettorale, esporli ai cittadini per dimostrare la scarsa competenza amministrativa e l’assoluta mancanza di una strategia e di una visione.

Voto da 1 a 10 all’amministrazione Monguzzi (Sindaco) con motivazioni

5 – -

Perché pur mettendoci una grande buona volontà, traspare chiaramente la loro incapacità ad amministrare un Municipio che, non dimentichiamocelo, è un’azienda con circa 200 dipendenti.

Per amministrare bene ci vogliono dei politici-manager esperti e qualificati nei loro campi specifici.

 

Roberto Perego

Capo Gruppo

Lissone in Movimento


Nessun commento »

Proposta per istituzione Regolamento affidamenti diretti

Pubblicato il 5 febbraio 2016

Il consigliere di Lissone in Movimento, Roberto Perego, che è anche Presidente della Commissione Affari Istituzionali (che quindi si occupa di Regolamenti) ha proposto di creare il Regolamento per gli affidamenti di servizi, forniture e lavori.

Lissone ha un vecchio regolamento approvato dal Consiglio Comunale nel 1998/1999, non più utile allo svolgimento dell’attività di affidamento dei contratti. Negli anni è cambiata la normativa, sono entrati in vigore il Codice degli appalti (G.Lgs 163/2006) e il Regolamento degli appalti (DPR 207/2010). In parlamento è in discussione un nuovo Codice degli Appalti e un nuovo Regolamento che recepiranno le ultime direttive europee in materia. L’approvazione definitiva  è prevista prima dell’estate.

Anche se sarebbe logicamente utile aspettare questa approvazione, noi, non fidandoci troppo dei tempi del Governo Centrale, vorremmo almeno aggiornare l’attuale regolamento con le norme approvate in questi anni specialmente per le aree meno normate (affidamenti diretti).


Nessun commento »

Le cose o le fate bene o lasciate perdere

Pubblicato il 4 febbraio 2016

Con la delibera di Consiglio Comunale N. 81 del17/09/2015, approvata all’unanimità, è passato un Ordine del Giorno del nostro consigliere Roberto Perego che, dal 1 Gennaio 2016, obbliga la Giunta ad aggiungere, ad ogni provvedimento ufficiale (Delibere di Giunta, Determine dirigenziali, Delibere di Consiglio Comunale) una sezione iniziale che in poche righe riassuma, in un linguaggio semplice e chiaro, il contenuto del documento.

L’ordine del giorno conteneva nella premessa anche un paragrafo che cercava di indirizzare la forma e i contenuti di questa sezione: “al di là di ogni norma e legge, la trasparenza non può essere attuata se le varie comunicazioni tra l’Amministrazione Pubblica e i cittadini non sono recepibili perché la comunicazione usa una terminologia arcaica ed eccessivamente burocratica”.

Ma forse noi non sappiamo spiegarci bene. Allora siamo andati a leggere nel programma elettorale della attuale maggioranza: “La trasparenza degli atti amministrativi, la loro facile consultazione e comprensione e soprattutto la pubblicità degli stessi utilizzando tutti gli strumenti che la tecnologia ci mette a disposizione deve essere perseguita sempre”.

Sembrava facile, ma per questa Amministrazione tutto è troppo difficile.

A gennaio sono partiti con un quadratino misero che il più delle volte prende il titolo della delibera e lo scrive in modo diverso. Anche l’Assessore alla Trasparenza dopo 4 anni di amministrazione dovrebbe aver capito che la chiarezza non va fatta sui titoli ma sui contenuti.

Esempio: prendiamo delibera sui costi delle pubbliche affissioni (delibera di Giunta 10 del 20/01/2016)

OGGETTO: IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA’ E DIRITTI SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI. DETERMINAZIONE TARIFFE PER L’ANNO 2016.

SINTESI : Finalità: Determinare le tariffe dell’Imposta sulla pubblicità e dei Diritti sulle pubbliche affissioni, applicabili nel 2016.

Questo lo saprebbero fare anche gli ex alunni del Sindaco. La sezione di sintesi, in questo caso, è solo uno scambio di parole già scritte nell’oggetto. Ma ci state prendendo in giro?

Quello che è stato deliberato, a meno di voler prendere in giro oltre i consiglieri, anche i lissonesi, è di sintetizzare il contenuto non il titolo (questa delibera consiste di 4 pagine più 6 pagine di allegato). Sarebbe bastato aggiungere:

Finalità: Determinare le tariffe dell’Imposta sulla pubblicità e dei Diritti sulle pubbliche affissioni, applicabili nel 2016. Le suddette imposte sono rimaste inalterate rispetto al 2015.

Cosi avreste riassunto il contenuto delle 10 pagine.

Come dicevano i nostri vecchi: le cose o le fate bene o lasciate perdere


Nessun commento »

SKYPE entra in Comune

Pubblicato il 3 febbraio 2016

Il Consigliere di Lissone in Movimento aveva richiesto la possibilità di tenere le Commissioni Consiliari e le riunioni dei Capi Gruppo con sistemi di partecipazione da remoto (tipo Webex, a pagamento, o, gratuitamente, con Skype).

La proposta consisteva nel favorire la partecipazione attiva alle riunioni delle Commissioni Consiliari e alle Riunioni dei Capi Gruppo, per i Consiglieri che lo richiedono, da remoto mediante strumenti che non necessitano di investimenti da parte del Comune (tipo Skype) o eventualmente con a strumenti che hanno dei costi limitati (tipo Webex di CISCO).

I vantaggi per i suddetti membri di commissione e capi gruppo sarà la possibilità di partecipare attivamente alla discussione da casa, da un albergo, anche dalle aree di servizio delle autostrade o dal posto di lavoro e in genere si può favorire chi:

  • non abita o lavora a Lissone e ha difficoltà a raggiungere la sede del Comune negli orari stabiliti
  • per motivi di lavoro, è fuori Regione e Nazione
  • Per chi viaggia (per lavoro o per piacere)

In tutti questi casi, chi lo necessita, potrà, attraverso un collegamento ADSL o Chiavetta Internet, partecipare in voce e video ai lavori.

Ora, grazie all’interessamento del Presidente del Consiglio e il supporto regolamentare del Segretario Comunale, ci è stata comunicata la fattibilità, almeno per ora, alle Riunioni dei Capi Gruppo.

Un passo avanti nella digitalizzazione della Pubblica Amministrazione.


Nessun commento »



Articoli Recenti